Eco Consul

Categorie
Uncategorized

Sicurezza sui cantieri

Dal 1°ottobre 2024, parte la patente per la sicurezza sui cantieri.

SICUREZZA SUL LAVORO: ARRIVA LA PATENTE A PUNTI PER LAVORARE NEI CANTIERI

Dal 1° ottobre 2024 per i soggetti che intendono operare nei cantieri edili sarà obbligatorio dotarsi della PATENTE A PUNTI. Questo nuovo sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi è stato introdotto (in seguito all’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto legge relativo a disposizioni urgenti finalizzate a garantire l’attuazione del PNRR) con il fine di rafforzare l’attività di contrasto al lavoro irregolare e di vigilanza in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

COME SI OTTIENE:

La patente a punti  per la sicurezza sui cantieri sarà rilasciata in formato digitale dalla sede territoriale competente dell’ Ispettorato del Lavoro.

Per ottenerla, il legale rappresentante dell’impresa o il lavoratore autonomo devono essere in possesso di:

iscrizione alla camera di commercio industria e artigianato

adempimento degli obblighi formativi come previsto dal D.Lgs 81/08 per datore di lavoro, dirigenti, preposti, lavoratori dell’impresa e lavoratori autonomi

DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) in corso di validità

DVR (Documento di Valutazione dei Rischi)

DURF (Documento Unico di Regolarità Fiscale)

COME FUNZIONA:

La patente viene rilasciata con 30 crediti iniziali. Per poter operare nei cantieri temporanei o mobili, il punteggio non può essere inferiore a 15 crediti.

I punti verranno decurtati nei seguenti casi:

– 10 PUNTI in caso di accertamento delle violazioni di cui all’ALLEGATO I del D.Lgs. 81/08

– 7 PUNTI in caso di accertamento delle violazioni che espongono i lavoratori ai rischi indicati nell’ALLEGATO XI del D.Lgs 81/08

– 5 PUNTI in caso di provvedimenti sanzionatori di cui all’art. 3, comma 3 e seguenti, del decreto legge 22 febbraio 2002, n. 12 convertito dalla legge 23 aprile 2002, n. 73 in materia di lavoro irregolare: trattasi di impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro privato.

VISUALIZZA ALLEGATO I

VISUALIZZA ALLEGATO XI

In caso di infortunio sul lavoro verranno decurtati

– 20 punti in caso di incidente mortale

– 15 punti in caso di incidente che determina un’inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale

– 10 punti in caso di infortunio che comporta inabilità temporanea assoluta per più di 40 giorni

Inoltre, in caso di infortuni da cui sia derivata la morte o un’inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, l’Ispettorato può sospendere, in via cautelativa, la patente fino a un massimo di 12 mesi.

COME RECUPERARE I PUNTI DECURTATI:

I crediti decurtati possono essere reintegrati a seguito della frequenza, da parte del soggetto nei confronti del quale è stato emanato uno dei provvedimenti, dei corsi di cui all’articolo 37, comma 7 del D.Lgs. 81/08. Ciascun corso consente di riacquistare cinque crediti, a condizione della trasmissione di copia del relativo attestato di frequenza alla competente sede dell’Ispettorato nazionale del lavoro.

I crediti riacquistati non possono superare complessivamente il numero di 15. Trascorsi due anni dalla notifica degli atti e dei provvedimenti, previa trasmissione alla competente sede dell’Ispettorato nazionale del lavoro di copia dell’attestato di frequenza di uno dei corsi, la patente è incrementata di un credito per ciascun anno successivo al secondo, sino ad un massimo di dieci crediti, qualora l’impresa o il lavoratore autonomo non siano stati destinatari di ulteriori atti o provvedimenti.

SANZIONI:

Una dotazione inferiore a quindici crediti della patente non consente alle imprese e ai lavoratori autonomi di operare nei cantieri temporanei o mobili, fatto salvo il completamento delle attività oggetto di appalto o subappalto in corso al momento dell’ultima decurtazione dei crediti. L’attività in cantieri temporanei o mobili da parte di una impresa o un lavoratore autonomo privi della patente o in possesso di una patente recante un punteggio inferiore a quindici crediti comporta il pagamento di una sanzione amministrativa da euro 6.000 ad euro 12.000 e l’esclusione dalla partecipazione ai lavori pubblici di cui al codice dei contratti pubblici per un periodo di sei mesi.

CHI È ESONERARTO:

Non sono tenute al possesso della patente a crediti le imprese in possesso dell’attestato di qualificazione SOA di cui all’articolo 100, comma 4, del decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36.

ECO CONSUL SAS

Via San Paolo 26

29017 Fiorenzuola d’Arda, IT

Paolo Compiani 390523984372 info@ecoconsulsas.it

www.ecoconsulsas.it 01014440331

Se non desideri più ricevere queste e-mail, fai semplicemente clic sul seguente link

Disiscrivimi – Aggiorna le tue preferenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×